Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

27/09/2016 visita partecipata a Daniela e Andrea di Paliano

Relazione condivisa sulla visita partecipata ad Andrea Serafini e Daniela di Paliano, del 27/9/2016

Presenti :
Giovanni: affine per la produzione di orticole, T/T facente parte del nodo teerritoriale Zollenomadi
Rossana:produttrice di pane e prodotti da forno di T/t nodo territoriale Zollenomadi
Mario Costa: apicoltore facente parte del connettivo T/t
Michele Rubino: affine per l'allevamento di maiali
Lidia e Alessandro: consumatori
Fiorenzo: trasformatore T/T
L'integrazione alla precedente visita fatta a Daniela e la sua famiflia soddisfa la richiesta di visionare l'orto, l'allevamento di maiali e i trasformati.


La produzione orticola, al momento, a dimensioni minime per soddisfare le necessità familiari. Il terreno è abbondantemente letamato. L'irrigazione è a pioggia e l'acqua viene tirata su da un pozzo.Le piante maggiormente presenti erano di pomodori utilizzati anche per le conserve.
Abbiamo tutti constatato un abbondante presenza di verderame che era stato somministrato da poco sulle piante,il prodotto è consentito in agricoltura biologica e dopo un approfondimento con Daniela e i produttori affini di T/T abbiamo convenuto che i prodotti possono essere portati al mercato soltanto dopo aver rispettato i giorni di carenza. Abbiamo invitato i produttori a fare attenzione a rispettare le dosi indicate per il " bagno" con il verderame e a non utilizzarlo in maniera indiscriminata "come se fosse acqua santa " poichè il prodotto, se pur biologico e storicamente utilizzato in agricoltura, contiene pur sempre un metallo pesante che si deposita nel terreno.
La famiglia si è comunque resa disponibile a seguire gli indirizzi degli affini e a confrontarsi per approfondire le tematiche legate all'agricoltura.
Abbiamo visitato l'allevamento in stalla dei maiali e il produttore affine non ha riscontrato criticità sulla tenuta delle bestie che saranno "trattate" da un norcino nel locale adibito alla trasformazione dei formaggi che risponde ai requisiti di igene. La produzione derivante dai maiali sarà stoccata in una cantina fresca di proprietà di uno dei parenti di Daniela, lontana dal luogo della lavorazione.
Non sono state riscontrate criticità da parte dell'affine e delle persone presenti.
Riguardo ai trasformati e conserve era presente Fiorenzo che si è accertato della lavorazione per le conserve mentre per quanto riguarda i sottoli abbiamo invitato Daniela a confrontarsi con i trasformatori del connettivo per verificare se le sue modalità di lavorazione rispondono ai requisiti necessari per produrre un prodotto buono e sicuro per chi lo consumerà.
In generale non vi sono criticità particolari. Di certo per quanto riguardo la produzione di orticole che non è fonte di reddito primaria per la famiglia è sicuramente auspicabile un frequente incontro con i produttori affini per smussare alcune pratiche/ credenze poco profique.
Daniela ed Andrea hanno gia dimostrato la loro volontà a superare alcune piccole lacune e il connettivo T/t è disponibile a sostenerli.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Aprile 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
3
4
5
7
10
11
12
14
16
17
18
19
24
25
26
28
29
30
 
cittautopialato